giovedì 28 luglio 2016

Diario di un cinico gatto (Daniele Palmieri) - Recensione libro


Un libro piacevole e scorrevole scritto dal punto di vista di un cinico gatto nero.
Il suo umorismo pungente e le sue scorribande ci accompagnano dall'inizio alla fine.
Quando cerco di immaginarmi il cinico gatto all'opera mentre riempie le pagine del suo diario usando unghie e inchiostro rosso, nella mia mente compare Salem, il gatto di Sabrina :D
Molto buffa è l'immagine della sua padrona che nel corso dei mesi si gonfia sempre più diventando simile a una palla, fino ad esplodere e tornare a casa dopo qualche giorno con un cucciolo di umano. Divertentissimi sono gli scherzi a scapito del povero gatto vicino di casa (come dimenticare l'arrosto!!). 
Nasce anche una stupenda amicizia tra il cinico gatto e il norvegese e non nascondo che quando succede "quella cosa" (non posso spoilerare, quindi leggete il libro u.u) ho pianto come l'ultima volta che ho guardato Hachiko, sigh.
La parte del diario in cui il gatto racconta il suo passato, la sua storia, ci fa capire da dove proviene in parte questo suo cinismo.
Il finale mi ha un po' spiazzata e intristita, è un finale solenne e maestoso come il passo felpato e fiero dei gatti e lascia un po' di amarezza.
Al più presto conto di leggere il seguito per tornare a vedere il mondo con gli occhi dei gatti che, come tutti sanno, sono qui sulla Terra per regnare e noi, piccoli, stupidi umani, siamo solamente i loro sudditi u.u
Voi avete letto il libro? Vi è piaciuto? Cosa ne pensate? Se non lo avete ancora letto siete ancora in tempo per portarlo con voi sotto l'ombrellone :3
Pagina Facebook del libro:
  Diario di un cinico gatto - Daniele Palmieri

     

Nessun commento:

Posta un commento